fbpx
Simone Morettin
2 agosto 2016
Danilo Zeni
29 novembre 2016
Mostra tutti
Giampietro Turchet - chitarra rock
  • Sedi:Pordenone

Nato nel 1974 inizia lo studio della chitarra all'età di tredici anni.Seguito privatamente dal maestro Frongia Francesco, il suo cammino sarà orientato prevalentemente verso la chitarra rock. Negli anni successivi accosterà allo studio delle tecniche della chitarra elettrica un approfondimento sulla chitarra acustica, con uno sguardo particolare al repertorio fingerstyle.

Nel 1994 frequenta il Centro Professione Musica (CPM) dove, sotto la guida di Andrea Braido (chit. Vasco Rossi, Patti Pravo ecc..) e Luca Colombo, perfeziona il suo linguaggio nello strumento elettrico. In quest'anno inizia anche la sua attività didattica e la collaborazione con diverse scuole locali. Insegna alla scuola Biscontin di Pordenone, all’Ensemble Armonia di Cordenons, presso il CEM e la scuola di musica Lozer sempre di Pordenone nelle quali svolge tutt’oggi la sua attività. Parallelamente suona in diversi progetti con un’attenzione particolare alle situazioni a sfondo più creativo. Il suo interesse si sposta poi verso la musica jazz e comincia così a frequentare il musicista trevigiano Lanfranco Malaguti, il chitarrista ferrarese Antonio Cavicchi e Gaetano Valli. In questo percorso d’approfondimento frequenta diversi seminari tenuti da Sandro Gibellini, Umberto Fiorentino, Tolo Marton e altri ancora.Negli anni a seguire torna al suo primo grande amore, la composizione di brani pop/rock. Forma una nuova band con la quale si muove nel circuito underground dell’Italia del nord. Nel frattempo si avvicina alle nuove tecnologie di registrazione digitale frequentando un corso sull’utilizzo del sequencer Cubase e sulle tecniche di mixaggio. Comincia così ad addentrarsi nel mondo dell’hard Disk Recording che lo porterà a fondere il linguaggio elettronico con la propria natura chitarristica. Da sempre appassionato alla stesura di testi per canzoni, fonda il tutto nel suo primo lavoro solista: Burattini in vendita. Negli anni a venire ricerca nuove collaborazioni e fonda un nuovo progetto musicale: Io, Lassie & il Super-io. La band ha esordito nell’estate 2012 partecipando a rassegne e concorsi.
Nel mese di giugno ha conseguito il primo premio al concorso per band emergenti Barocco On The Rock. Nel settembre dello stesso anno ha partecipato a Sottotoni, concorso nazionale di musica inedita in italiano, conseguendo il primo premio per la miglior composizione originale.
Il 2013 ha visto la realizzazione del primo disco della band, autoprodotto, intitolato “La giusta misura”. Nell’agosto dello stesso anno è stato realizzato, in collaborazione con Flare Video, il videoclip del singolo dal quale l’album prende il nome. L'opera è stata finalista di NickelClip VII Edizione (TO) e di TagliaCorti 2014 (TS).

Nell'estate 2014 la band è stata dapprima finalista del Coorsal Music Summer Contest (VE) e quindi del Rock In Villa (VE), dove ha conseguito il primo premio aggiudicandosi la possibilità di aprire il concerto dei Rezophonic. Parallelamente alll'attività del principale progetto artistico, Io Lassie & il Super-io, suona in diverse situazioni proponendo soprattutto brani cover, e nel 2015 approfondisce lo studio delle tecniche di mixaggio partecipando al corso A di Teetoleevio a Milano, allestendo così un personale project-studio.

X